6 - Medio Ponente

Municipio VI Medio Ponente

ACCADEMIA GIN PARODI

 
L'Associazione di Promozione Sociale Gin Parodi nasce a Genova nel 2011, dalla volontà dei dieci soci fondatori, per la salvaguardia e la conservazione della decorazione dipinta tradizionale, nella convinzione della necessità    di diffondere il prezioso sapere ereditato dal maestro Giacomo Parodi.
 
Scopo  (dallo statuto dell'accademia: art.2)
Lo scopo dell'accademia è quello di riconoscere, conservare e trasferire nel tempo il bagaglio strutturale operativo della decorazione tradizionale. Trasferire le modalità operative da un soggetto all'altro, ma anche conversare con il teorico utente della decorazione, con "chi guarda", con l'uomo della strada, con l'appassionato, con il direttore dei lavori, con i tecnici incaricati dagli organi preposti alla tutela del patrimonio storico, artistico, edilizio.
 
Principali attività  (art.3)
L'Accademia:
- intende attivare un programma di natura didattica rivolto ad un vario pubblico (utente amatore, studente a corsi strutturati, perfezionamento per i soci,  scuole)  relativo ai temi inerenti il saper fare pratico e il saper guardare e valutare l'antica decorazione.
- intende attivare un programma di natura conoscitivo-culturale rivolto alla crescita dei propri iscritti mediante ricerche  su maestri e pittori del passato,  su filoni tecnico-espressivi antichi,  anche attraverso visite, sopralluoghi e lezioni in sito.
- intende attivare una campagna di identificazione e rilievo delle facciate tradizionali ancora esistenti sul territorio Ligure al fine di contrastare, per lo meno dal punto di vista conoscitivo, il fenomeno di cancellazione in atto da decenni.
- si propone di instaurare un rapporto di dialogo e interscambio culturale     e collaborazione con gli organi di tutela preposti,  in particolare  con gli organi centrali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  gli Enti Locali, l'Università.
- si propone di impostare e portare avanti un dibattito sul tema della qualità della decorazione dipinta,  sul problema della mancanza di un albo dei decoratori,  sulla promiscuità professionale con i restauratori.
- l'Accademia ha completa autonomia scientifica e di progettazione culturale,  gestionale, tecnica ed economica.
 
 Accademia Gin Parodi
Via XVI Giugno 1944  7c rosso
16154 Genova
Tel +39 010 6530434
CF : 95152460101
www.accademiaginparodi.it

Immagine
Immagine: 
Contatti
Indirizzo: 
Via XVI Giugno 1944 7c rosso
C.A.P.: 
16154
Comune: 
Genova
Telefono: 
010/6530434
Mostra fotografica

La neve di ieri

Sottotitolo: 
Sestri Ponente di circa vent'anni fa sotto la neve...

Alcuni  scatti  ci  ricordano  un'abbondante  nevicata  avvenuta  negli  anni  novanta.

Se possiedi foto di sestri o Cornigliano che vorresti pubblicare inviale con i tuoi dati e una breve descrizione all'indirizzo municipio6@comune.genova.it

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico

ASSOCIAZIONE DEI LUCANI A GENOVA

L'Associazione dei Lucani a Genova nasce il 5 maggio 1999  come organizzazione che opera in piena autonomia ed indipendenza da ogni altra organizzazione o ente comunque definiti.

Scopi dell’associazione sono la promozione di attività turistiche, culturali sociali e sportive, la creazione ed incentivazione di relazioni con la Basilicata e con tutte le associazioni di Lucani sul territorio nazionale ed estero, con l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale.
 
A tal fine l'Associazione organizza conferenze, relazioni, mostre, proiezioni, viaggi, dibattiti ed  altre iniziative per la riscoperta e la conservazione delle tradizioni Lucane, del patrimonio ambientale, storico, umano, artistico, agricolo, marittimo e territoriale della Basilicata, anche allo scopo di aiutarne la crescita economica e culturale e proiettarne sul territorio la vera e positiva immagine.
 
L'Associazione ha sede a Genova in Via Minghetti 55 rosso ed è ormai ben radicata e conosciuta nel quartiere, oltre a essere un vero punto di riferimento, non solo per le persone che vengono dalla Lucania per visitare la nostra città, ma anche per tutte le persone che vi risiedono: è risaputo infatti che tutti i suoi Presidenti sono stati portavoce degli abitanti della zona verso le istituzioni, soprattutto e maggiormente in un momento economico e sociale difficile come questo.
Ogni anno l'Associazione propone un ricco programma di eventi, tra cui la festa per celebrare la "Madonna d'Anglona", che si svolge il 2  giugno nella delegazione ed alla quale partecipano con entusiasmo anche gli stessi residenti e le autorità pubbliche, come il sindaco e gli assessori comunali sia Genovesi che Lucane, assieme alle autorità ecclesiastiche.

La festa dura solitamente sette  giorni e prevede lo svolgimento della tradizionale processione con la statua della “Madonna di Anglona” che è collocata nella piccola cappella adiacente all'Associazione, e comprende balli, musica,  ristorazione e degustazione di menù alla brace e piatti tipici lucani.

Altre manifestazioni proposte ai cittadini della delegazione sono la “castagnata”, che si svolge nel mese di novembre e la festa più attesa dei bambini: la pentolaccia ed infine divertimenti in maschera.

Cariche principali:
Presidente: Mauro De Salvo
Vice Presidente: Annibale Santagata
Tesoriere: Pasquino Rosanna
Segreteria: Ada Dalla Mutta
Consiglieri: Tonino Lapolla, Francesco Longo, Michele Longo, Vincenzo Bascetta, Pipino Luigi
 

Immagine
Immagine: 
Contatti
Indirizzo: 
Via Minghetti 55R
C.A.P.: 
16152
Comune: 
Genova
Telefono: 
010/8693367
Fax: 
010/8693367
Mostra fotografica

CORNIGLIANO MOUNTAINS&BEACH TOUR

Sottotitolo: 
PRESENTAZIONE DEL PRIMO ALBUM FOTOGRAFICO-SOUVENIR DEI SEI COMPLESSIVAMENTE CREATI NELL'AMBITO DEL PROGETTO CORNIGLIANO MOUNTAINS&BEACH TOUR REALIZZATO NEL 2011

Il lavoro nasce dalla richiesta del Municipio Medio Ponente al Comune e quindi agli studenti dell’Accademia Ligustica (coordinati da Pietro Millefiore), di realizzare un progetto sui Giardini Melis di Cornigliano: è stata colta l’occasione per analizzare una serie di complessità e di stratificazioni sia storiche che territoriale, sociali e culturali.

L’area scelta è stata il pretesto per elaborare vari percorsi che, per gradi di avvicinamento progressivo, hanno portato alla formulazione delle ipotesi progettuali finali, partendo da una serie di “rilievi” fotografici che ogni componente del gruppo ha realizzato autonomamente.

Sono stati costruiti 6 album fotografici vedute della delegazione con immagini di differente natura e scala, seguendo l’idea di una sorta di catalogo idealmente infinito con preciso riferimento a George Perec e a i suoi elenchi di oggetti e luoghi.
Se la fotografia, come sosteneva Susan Sontag, è un appropriarsi della realtà attraverso l’obiettivo della macchina fotografica (e della telecamera) viene qui proposto un tentativo di conoscere attraverso l’occhio e lo sguardo.

Wim Wenders affermava in fatti che “l’atto del vedere” può formulare giudizi meno pre-costituiti di quanto possa fare il cervello, costretto a fare i conti con il proprio pregresso e il proprio pregiudizio.

Gli album fotografici-souvenir sono stati stampati sotto l’etichetta: CORNIGLIANO MOUNTAINS&BEACH TOUR e supportati da una serie di incontri-seminari aventi come tema l’”arte pubblica” e le relazioni possibili di un’operazione artistica con il territorio: al centro di questi incontri il critico d’arte Roberto Pinto.

Sono state anche avviate collaborazioni con alcune associazioni che lì operano da tempo, utili per approfondire determinati aspetti, in particolar modo le differenti realtà sociali, linguistiche, etniche e culturali che convivono nel territorio corniglianese.
Significativa la presenza dell’Associazione “La Stanza” che svolge un’importante opera di raccordo e di stimolo tra le diverse realtà sul territorio.
Oltre alla campagna fotografica è stato predisposto un questionario aperto come occasione di scambio di idee e proposte sulla delegazione e i Giardini Melis denominata “Cornigliano Mountains & Beach Tour”, nome derivato dalla consuetudine, del tutto surreale, dei ragazzi di riconoscersi come appartenenti alla parte “bassa”(Beach) o a quella “alta” (Mountains) di Cornigliano.

Il progetto è stato realizzato nell’ambito dei Piani Locali Giovani - Città Metropolitane, promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’Anci - Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Coordinato da Pietro Millefiore e con la collaborazione di: Nicolò Buffa, Silvia Koubek, Francesco Manias, Cristina Peruzzi, Alessia Tezza.

“Trovo straordinario che l’immagine, diversamente dal pensiero, non imponga alcuna opinione alle cose.
In ogni operazione del pensiero è sempre implicito un giudizio sugli oggetti, sugli uomini, su una città o su un paesaggio.
Il vedere invece trascende dalle opinioni; guardando una persona, un oggetto o il mondo noi sviluppiamo un rapporto autentico, un’attitudine sganciata da qualsiasi giudizio, in fondo percepiamo a livello puro.
L’atto del vedere è percezione e verifica del reale, ovvero un fenomeno che ha a che fare con la verità, molto più del pensiero, nel quale invece ci smarriamo più facilmente allontanandoci dal reale.
Per me vedere significa sempre immergersi nel mondo, pensare, invece, prenderne le distanze.
E dato che la mia mente funziona soprattutto a livello intuitivo, l’immagine è per me la forma espressiva e ricettiva per eccellenza”

Wim Wenders, “L’atto del vedere”, 1992

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico
IMMAGINI REALIZZATE DA CRISTINA PERUZZI

Centro Nuoto Sestri

Il Centro Nuoto Sestri è una Società strettamente legata alla delegazione di Sestri Ponente e alla sua cittadinanza.
Consapevole dei propri compiti sociali, cerca di distinguersi per una alta qualità di gestione dei servizi che offre, grazie anche al proprio metodo di insegnamento, frutto di continui studi ed aggiornamenti.
È infatti possibile usufruire di un’ampia gamma di corsi per bambini, per adulti e di perfezionamento, passando poi al settore agonistico con le attività di nuoto e pallanuoto svolte nella Piscina Tea Benedetti di Via Borzoli 21 a Genova Sestri Ponente.
La particolarità del Centro Nuoto Sestri è quella di considerare il nuoto uno “sport di squadra”, grazie anche all’insegnamento di una educazione sportiva e di sani principi, e proprio grazie a ciò, la Società in questi anni si è sempre contraddistinta in ambito regionale grazie ai suoi atleti, nonché alle numerose partecipazioni a Trofei, che hanno visto la Società mettersi in luce sia in Italia che all’estero.
Si ricorda inoltre la capacità di organizzare manifestazioni sportive e sociali all’interno del proprio impianto, ospitando a scadenze regolari, gare di nuoto, partite di pallanuoto e giornate dedicate ai propri iscritti.
A tutt’oggi nel settore del nuoto agonistico sono numerosi gli atleti che quotidianamente e regolarmente svolgono gli allenamenti, e la maggior parte di loro sono impegnati in gare regionali delle categorie Esordienti, Ragazzi, Juniores ed Assoluti.
Per quanto riguarda l’immediato futuro è in programma la realizzazione di un secondo impianto da 25 metri, posto all’esterno della struttura esistente, per raddoppiare la superficie utile alle attività proposte. 

Immagine
Immagine: 
Contatti
Indirizzo: 
Via Borzoli 21
C.A.P.: 
16153
Comune: 
Genova
Telefono: 
010/6504677
Fax: 
010/6504677

UN BREVE VIAGGIO ATTRAVERSO LA FOTOGRAFIA

Sottotitolo: 
PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA DI CARLO MINOTTI

La mostra, "Un breve viaggio attraverso la fotografia", costituiva un percorso visivo attraverso diverse modalità espressive, ciascuna delle quali ha caratteristiche proprie. In questa panoramica è possibile cogliere la complessità e le diverse sfumature che può assumere la fotografia, mettendo in luce come essa abbia le caratteristiche di un vero linguaggio e non si limiti ad una semplice riproduzione della realtà. Un sottotitolo della mostra esposta nella saletta di via Sestri dal 26 gennaio al 1 febbraio 2013  potrebbe essere: “Dalla rigorosità del bianco e nero alla forza del colore”. Non esiste una tecnica “migliore” per eccellenza. L’importante è riuscire ad  esprimersi. In questa esposizione sono presenti diverse serie di immagini. Le elenco in ordine casuale:
• il cielo sopra Milano: 12 immagini in bianco e nero digitale (2012)
• Oslo-Vigeland: 4 immagini in B/N stampate su carta ai sali d’argento; libere interpretazioni di alcune opere dell’importante scultore norvegese (1991)
• Genova: 4 immagini in B/N, breve reportage (2012) esposto all’interno di una personale nella Biblioteca Civica di Mentone (2012) 
• Omaggio a Moliére: immagini in Polaroid manipolate (Parigi 2005)
• Fotomosaici, fotografie a colori dalla mostra PediARTria all’Ospedale di Savona (2011)
…e altre foto ancora.
                                                            Carlo Minotti
 

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico

PASSEGGIATA A CORONATA

Sottotitolo: 
ALLA SCOPERTA DEL MUNICIPIO VI

Coronata (Cônâ in ligure, pronuncia Cu-ù-naa) è un quartiere di Genova, compreso nell’unità urbanistica di Cornigliano, nel Municipio VI Medio Ponente.
Situato a 137 m slm sulla collina alle spalle di Cornigliano, da cui dista meno di due chilometri, è raggiungibile con una tortuosa e stretta strada che porta al Santuario di N.S. Incoronata.
Panorama da Coronata verso Campi e SampierdarenaDal piazzale sottostante al santuario, dove si trova il secentesco oratorio di N.S. Assunta, si può godere di un’ampia vista sul tratto finale della Valpolcevera, in particolare sulla località di Campi, sui quartieri di Rivarolo e Sampierdarena e sulla località di Belvedere, sul versante opposto della valle.
 La chiesa di Santa Maria e San Michele ArcangeloIl villaggio di Coronata, un tempo chiamato Columnata, esisteva già in epoca romana. Era formato da case sparse sulla collina, lungo una delle vie che dal mare di Cornigliano conducevano verso l’interno. Con la costruzione del santuario, verso la fine del XII secolo, prese il nome di Santa Maria Incoronata, che poi divenne semplicemente Coronata.
La collina di Coronata, fino alla fine dell’Ottocento zona prevalentemente agricola, famosa per i suoi vigneti, nel XX secolo, in particolare negli anni cinquanta e sessanta, ha visto un notevole sviluppo edilizio, espandendosi verso Cornigliano su tutto il versante sud della collina, dove un tempo sorgevano le residenze estive delle più note famiglie dell'aristocrazia genovese, tra le quali De Ferrari, Pallavicini e Brignole Sale.
Poco sotto il piazzale del santuario, sul versante della collina verso Campi, si trova il convento dei frati Cappuccini, costruito nel XVII secolo e poi ingrandito ed abbellito nel 1828 dal marchese Alessandro Pallavicini.
Lungo la via che sale da Cornigliano, poco prima del piazzale del santuario, sorge l’imponente struttura dell’istituto San Raffaele, fatto costruire la nel 1887 dalla Duchessa di Galliera come ricovero per anziani e ammalati cronici nelle vicinanze della propria villa di famiglia (Villa De Ferrari-Galliera), anch’essa oggi adibita a casa di riposo per anziani (Villa Immacolata). L’istituto San Raffaele, ancora oggi operante, appartiene dal 1923 al Comune di Genova.
Coronata deve la sua notorietà anche al pregiato vino DOC Bianco di Coronata, citato anche dal Giustiniani nel 1535, ma qui prodotto già nei secoli precedenti, da quando i monaci della Badia di Sant’Andrea degli Erzelli avevano introdotto nella zona la coltivazione della vite. Questo vino, definito dal Casalis “de’ più squisiti del genovesato” viene prodotto ancora oggi anche se in quantità limitata rispetto al passato, in particolare nella valletta San Pietro, che risale da Cornigliano verso il Monte Guano, e distribuito dalla Cooperativa Viticultori di Coronata - Val Polcevera.
 
DA: wikipedia.org/wiki/Coronata_

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico

CIELO, MARE VETTE INNEVATE

Sottotitolo: 
PASSEGGIATA SUL MONTE GAZZO

A pochi passi dalla città e più precisamente sulle alture di Sestri Ponente si trova il Monte Gazzo. Con i suoi 419 m. s.l.m. il Monte offre un panorama imperdibile che merita una visita in ogni stagione dell'anno. Quella sul Monte Gazzo rappresenta un'escursione classica per tutti i sestresi grandi e piccini e, ovviamente, per tutti gli amanti della natura.

Scopri l'itinerario Storico Naturalistico sul sito ucamgenova

Distanza da Genova centro: 25 min. circa.
La domenica l' AMT offre la linea GA da Sestri Ponente con partenza da  Via Travi, due corse. Occorre però prima verificare sul sito di AMT se il servizio è sempre attivo.

 

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico

FIOCCHI DI NEVE A SESTRI

Sottotitolo: 
14 DICEMBRE 2012

La neve cade in città. Questa mattina  Genova, come  molte altre città d'Italia, si è svegliata coperta  da un sottile manto bianco, ecco alcune immagini scattate a Sestri Ponente                       

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico
Foto: Maria Grazia L'Abbate, redazione web Municipio VI Medio Ponente

PASSIONE IN PUNTA DI PENNELLO

Sottotitolo: 
Termina oggi alle ore 17.00 la mostra di quadri di Gaetano L'Abbate realizzata nella saletta espositiva di Via Sestri, 57

L'Autore per realizzare le sue opere utilizza la tecnica del puntinismo, i quadri rappresentano suggestivi scorci liguri e non solo, un amore particolare è dedicato ai luoghi di Sestri Ponente dove egli risiede.

Immagine
Immagine: 
Percorso fotografico
Condividi contenuti