6 - Medio Ponente

Municipio VI Medio Ponente

Speciale: Incontriamo le Associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Coro Aurelio Rossi
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide. Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato. Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi. Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione. Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

Anche il Coro Aurelio Rossi durante l'emergenza per Covid-19 è stato costretto a sospendere i concerti programmati, le attività di supporto ai riti pasquali nella Basilica di N.S.Assunta e gli incontri dal vivo. Gran parte del gruppo ha continuato a frequentarsi virtualmente su skype, per ampliare e studiare brani, per arricchire il repertorio.

Dal 15 giugno il coro ha ripreso l'attività, nella locandina in fondo alla pagina tutte le informazioni. Sempre a fondo pagina il video realizzato dal Maestro Lorenzo Bardi a scopo promozionale.

Un po' di storia:

Il Coro Aurelio Rossi nasce nel 1972, sotto la guida del Maestro G.M. Cavaletti, quale Cappella musicale della Parrocchia Basilica N.S. Assunta in Sestri Ponente.
Nel corso degli anni consolida la propria attività musicale e sviluppa il proprio repertorio, con il prezioso ausilio di importanti musicisti genovesi (Vittorio Rossi - Emilio Traverso - Luisella Ginanni), integrando rapidamente l'attività liturgica iniziale con quella concertistica.
Dopo un periodo di pausa, intervallato nel 2000/2001 da una attività di collaborazione con il Maestro Mario Del Grosso, il Coro riprende dal 2009 al 2015, sotto la guida di Ermete Canepa, tutte le proprie attività liturgiche e concertistiche, anche grazie all'integrazione di nuovi elementi in gran parte provenienti da precedenti esperienze musicali, integrando rapidamente l'attività liturgica in Basilica, con quella concertistica.
Dal 2016 la direzione del Coro è affidata al Maestro Lorenzo Bardi.
Oltre ai numerosi concerti effettuati in ambito cittadino e le 11 partecipazioni al Convegno Ligure delle Corali, il Coro ha avuto il piacere di esibirsi in importanti siti quali l'Abbazia di Sant'Antimo (Siena), la Cattedrale di Montepulciano, la Basilica di Santa Maria in Pomposa, la Sacra di San Michele in Val di Susa, l’Arena di Verona, San Frediano di Lucca, Venaria Reale, il Sacro Monte d’Orta e il Santuario di Vicoforte di Mondovì.

Presidente Paola Gallo
Direttore Lorenzo Bardi
segretaria Monica Cavicchi  

Pagina facebook: www. facebook.com/coro.aureliorossi

Indirizzo:  Largo Fausto Coppi 3
C.A.P.:  16154
Comune:  Genova
E-mail:  moncavi@fastwebnet.it
Telefono:  339/2628188

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Coro Aurelio Rossi

Speciale: Incontriamo le Associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Associazione Culturale Donne Insieme
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide. Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato. Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi. Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione. Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

L'Associazione culturale Donne Insieme si racconta
Siamo un’Associazione Culturale, senza scopo di lucro, che si prefigge di favorire il benessere della donna nella sua totalità, invitandola ad ascoltare, attraverso  movimenti idonei, il proprio corpo che risvegliamo alla consapevolezza di esistere respirando, ascoltandosi, nel rispetto dei limiti di ciascuna.

L'Associazione ha lo scopo principale di proseguire i corsi di ginnastica psicofisica iniziati nel 1978 al Centro Civico di Cornigliano per opera di Mara Tommei. Confluiti dal luglio 1984 al giugno 2005 nel Coordinamento Donne Lavoro Cultura e staccatisi al fine di associare tutte le partecipanti. Nacque così l'ASSOCIAZIONE CULTURALE DONNE INSIEME

Primo Presidente dell'Associazione è stata Mara Tommei che ha tenuto il suo mandato per sei anni dal 2005 al 2011, anno in cui ha passato il testimone a Linda Mantero suo braccio destro.

Il 31 maggio 2006 il Comune di Genova, nella persona del Sindaco Pericu, ha conferito a Mara Tommei il "Grifo di Bronzo" a titolo di riconoscimento per il lavoro svolto con le donne e per le donne.

La nostra è una Associazione autonoma, che si finanzia esclusivamente con la quota versata all’atto dell’iscrizione e che ha cadenza annuale.

Un po’ di storia
Il primo gruppo è nato all’ Italsider di Cornigliano nel 1976, condotto da Mara Tommei. Siamo state le prime a Genova, ma forse in Italia, ad occuparci della salute delle donne attraverso la ginnastica psicofisica.

Scopo: l’unione di mente e corpo, consapevolezza di sé, rinnovo e rimessa in circolazione dell’energia vitale, sviluppo delle proprie possibilità. Era una tale novità creare gruppi composti da giovani, meno giovani e anziane che nel 1979 il Secolo XIX, dopo un’intervista, ha pubblicato un articolo intitolato “In palestra a 67 anni”.

Poiché le donne affluivano a centinaia con la sola pubblicità del passaparola e i nostri gruppi si moltiplicavano, a tutti venne voglia di aprire gruppi simili ai nostri. Il nostro modo di operare ha finalmente cambiato la cultura e ne siamo molto felici.

Chi ci frequenta dopo aver fatto altre esperienze, ci conferma in ogni momento che il nostro metodo è...”un’altra cosa”.

Dove siamo
Siamo presenti con le nostre attività sul territorio Genovese tra Pegli e Nervi e precisamente:

  • Pegli: presso la Sede dell’ Associazione in Via Varenna 101r
  • Sestri: presso varie palestre e la Croce Verde sestrese
  • Cornigliano: presso Villa Canepa
  • Sampierdarena: presso il Centro Civico
  • Quinto: presso la Croce Verde
  • Nervi: presso il Castello di Nervi pass. Anita Garibaldi

Presidenza e Sede Sociale Via Varenna 101r 16155 Genova Pegli
Tel. 010 0985661
Associazione affiliata  A.R.CI.   

Sito ufficiale: http://www.donneinsieme-genova.it/
Pagina facebook: https://www.facebook.com/groups/120116648102157/

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
municipio medio ponente
associazioni

Speciale: Incontriamo le Associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
A.F.co.D.A. ODV Associazione Famigliari contro i Disturbi AlimentariGenova e Provincia - Organizzazione di Volontariato.
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide. Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato. Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi. Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione. Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

A.F.co.D.A. ODV  Associazione Famigliari contro i Disturbi AlimentariGenova e Provincia - Organizzazione di Volontariato si racconta:
"Siamo genitori e famigliari che combattono e aiutano le famiglie a conoscere i disturbi alimentari: anoressia, bulima, binge eating disorder e le altre nuove forme di disturbo.
La nostra associazione è nata nel 2002, grazie al coraggio di alcuni genitori che si erano imbattuti in una malattia di cui, al tempo, quasi nessuno parlava e che non aveva a Genova strutture mediche di riferimento.
Nel 2004, grazie anche alle loro battaglie, è nato il Centro per i Disturbi Alimentari dell'Asl3 Genovese, a tutt'oggi unico ambulatorio nel territorio genovese.
Ancora tanto, però, purtroppo manca!
Il sistema sanitario fa fatica a rispondere ad una domanda di cura sempre crescente e, contemporaneamente, è necessario aumentare l'informazione a tutti i livelli (famiglie, scuole, società sportive,..) per cercare di prevenire la malattia o avviare cure tempestive. In tutto questo le famiglie si scoprono sole, disorientate, devastate dal senso di impotenza nei confronti di una malattia subdola.
 Attraverso lo scambio di esperienze, la condivisione dei nostri percorsi dolorosi, l'impegno "civile" nella causa comune, si può trovare nell'associazione ascolto, comprensione e forza! Forza per ricevere e dare fiducia e speranza, per dimostrare ai nostri figli che non ci si può arrendere alla malattia."

Contatti:
sede Piazza Giardini Melis 8 Genova Cornigliano
email: afcoda@tiscali.it
sito ufficiale clicca quì
pagina facebook  clicca quì

Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
genova
genova
cornigliano
volontariato
A.F.co.D.A.
disturbi alimentari

Creatività: Facciamo insieme un quadretto in feltro

Sottotitolo: 
La nuova idea proposta dalle insegnanti della scuola Vespertina di Cornigliano

L'emergenza Corona virus non ferma il lavoro delle insegnanti Vespertine della scuola di Cornigliano.
Dalle classiche lezioni a scuola, l’attenta guida delle insegnanti professionalmente preparate si è spostata online, l'utilizzo di un gruppo facebook e di una chat su smartphone consentono la prosecuzione delle lezioni anche a distanza, mantenedo saldo il rapporto con le allieve e vivace la creatività che da sempre le contraddistingue.

Oltre a seguire le proprie alunne, in questo momento di difficoltà, le insegnanti vespertine hanno il piacere di fornire qualche spunto creativo a tutta la cittadinanza, l'idea è di suggerire oggetti facili da realizzare con le proprie mani e spesso riutilizzando in modo  creativo materiali già a nostra disposizione.

Pubblichiamo oggi la nuova proposta creativa delle insegnanti: un originale quadretto in feltro e pannolenci.

Materiale occorrente:
Feltro, pannolenci e colla a caldo.

Realizzazione del quadretto:

  1. ricalcare il disegno su carta oleata
  2. disegnare le varie parti su pannolenci e ritagliarle
  3. su una base di feltro, appoggiare il disegno ed attaccarlo con colla a caldo
  4. infine aggiungere un nastrino per appendere il quadretto.

Buon lavoro!

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
cornigliano
scuola vespertine
idee creative

Speciale: Incontriamo le Associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Asd Moonlight Skating Pattinaggio Artistico - Inline
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide. Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato. Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi. Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione. Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

L’associazione sportiva dilettantistica Moonlight Skating gestisce il pattinodromo situato in località Multedo a villa Gavotti, dando la possibilità a tutti coloro che amano il pattinaggio in ogni sua forma di associarsi e poter cosi’ praticare uno degli sport piu’ divertenti.

Il Video in fondo alla pagina è stato realizzato dall'associazione per scopi associativi e testimonia come, anche durante il lockdown per l'emergenza Covid-19, l'associazione ha mantenuto saldo il rapporto con le piccole allieve dei corsi che hanno continuato le attività da casa, distanti ma unite, nonostante le difficoltà dettate dalla situazione senza precedenti.

Il pattinodromo si trova in località Multedo zona Medio Ponente in viale Villa Gavotti ed è comprensivo di una pista di pattinaggio piana per pattinaggio specialità artistico ed anello parabolico per pattinaggio di specialità corsa.
La pista è fornita di gradinate per il pubblico ed è situata in un ampio parco, dove è possibile andare in bicicletta ed effettuare lunghe passeggiate, è munita di spogliatoi e di servizi. Inoltre è dotata di ampio parcheggio libero.

Moonlight Skating
Pagina facebook clicca quì
Altervista clicca quì

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
MOONLIGHT SKATING
pattinaggio artistico

Speciale: Incontriamo le Associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Gruppo Storico Culturale Sextum

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide.
Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato.
Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi.
Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione.
Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

Il Gruppo Storico Culturale Sextum si racconta:
"Il Gruppo Storico Culturale Sextum è stato costituito nell'anno 1991 a Sestri Ponente con lo scopo di consociare persone interessate allo studio e alla ricerca di usi e costumi Genovesi nelle diverse epoche.
Il nome ‘Sextum’ deriva da un documento del 1001 che menziona: ‘Sextum Lapis ab Urbe Janue’. In Sestri Ponente si sarebbe quindi trovata la sesta pietra miliare della Città di Genova. Dalla volgarizzazione di questo vocabolo sarebbe derivato l’odierno nome di Sestri Ponente, il cui stemma è raffigurato sul nostro stendardo.
Gli abiti che presentiamo sono realizzati studiando fonti iconografiche e documenti che riportano descrizioni del vestiario e della moda inerenti a diversi periodi storici: dal periodo pre-Romano (Celti ed Etruschi), Età bizantina, Basso e Alto Medioevo, Rinascimento, Seicento, Settecento, Ottocento, Novecento, fino agli anni '20 del Novecento. Viene posta particolare cura nella fattura degli abiti, nella scelta delle stoffe e dei loro colori, degli ornamenti, delle borse, dei gioielli, delle acconciature e delle calzature, realizzati secondo i canoni del periodo.
Gli abiti e gli accessori sono realizzati a mano, frutto di una attenta ricerca e studio dei particolari; sono di proprietà dei singoli associati che li confezionano e ne hanno cura.

Il gruppo partecipa con regolarità a cortei storici, coreografie e quadri viventi, ove vengono presentati anche giochi e passatempi relativi all'epoca rappresentata. Ogni anno il gruppo è invitato alle principali celebrazioni e rievocazioni storiche genovesi: Le rievocazioni Colombiane del 12 Ottobre a Palazzo Tursi e a Palazzo Ducale, il Confuoco a dicembre a Palazzo Ducale e la Processione del 24 Giugno in onore di San Giovanni Battista, Patrono di Genova, in S. Lorenzo Cattedrale.

Il Gruppo Sextum collabora anche con la Delegazione Liguria de L'Arc (Centro Ricerche Archeologiche Sperimentali di Cuneo) con il quale presenta abiti ed accessori relativamente al periodo pre-romano e al periodo Altomedievale (Bizantino e Longobardo).

Il Gruppo prepara e organizza mini-conferenze sulle tematiche dell'abbigliamento nei diversi periodi storici, su richiesta, e che vengono presentate a latere di manifestazioni ed eventi."

Pagina facebook: Gruppo Storico Culturale Sextum
 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Gruppo storico culturale sextum

SPECIALE: INCONTRIAMO LE ASSOCIAZIONI DEL MEDIO PONENTE

Sottotitolo: 
Società Filarmonica Cornigliano
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide.
Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato.
Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi.
Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione.
Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

Società Filarmonica Cornigliano

Presente nel quartiere dal 1878 come centro sociale e scuola di musica, ad oggi continua la propria attività didattica e concertistica. Anche in tempo di COVID, grazie alle tecnologie per loro è stato possibile rimanere facilmente collegati rimanendo umanamente connessi. Con l’impegno del  Maestro, Paolo Pezzi, e con l’ausilio delle suddette tecnologie, hanno relizzato un piccolo esperimento musicale. Ogni singolo musicante ha registrato la sua parte, tenendo come base il metronomo a tempo prefissato, e le singole basi sono state assemblate ottenendo un primo video pubblicato in fondo alla pagina. L'esperimento pubblicato ha suscitato un buon interesse del pubblico nonché dell’emittente Primocanale con cui è stato realizzato il secondo video.

Sito ufficiale Società Filarmonica Cornigliano: https://filarmonicacornigliano.jimdofree.com/

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
cornigliano
associazioni

Speciale: incontriamo le associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Associazione Cultura e Benessere

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide.
Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato.
Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi.
Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione.
Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

Associazione Cultura e Benessere:
L'associazione di volontariato Cultura e Benessere nata nel 2005 opera sul territorio con e per le donne attraverso attività di ginnastica psicofisica, escursioni, decoupage, tornei di carte, bricolage e ballo.

Guarda le immagini dell'Associazione

Guarda la pagina facebook dell' Associazione

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
associazione cultura e benessere

Riciclo creativo: facciamo insieme una bambola di pezza

Sottotitolo: 
La nuova idea creativa proposta dalle insegnanti della scuola Vespertina di Cornigliano

L'emergenza Corona virus non ferma il lavoro delle insegnanti vespertine della scuola di Cornigliano.
Dalle classiche lezioni a scuola, l’attenta guida delle insegnanti professionalmente preparate si è spostata online, l'utilizzo di un gruppo facebook e di una chat su smartphone consentono la prosecuzione delle lezioni anche a distanza, mantenedo saldo il rapporto con le allieve e vivace la creatività che da sempre le contraddistingue.

Oltre a seguire le proprie alunne, in questo momento di difficoltà, le insegnanti vespertine hanno il piacere di fornire qualche spunto creativo a tutta la cittadinanza, l'idea è di suggerire oggetti facili da realizzare con le proprie mani e spesso riutilizzando in modo  creativo materiali già a nostra disposizione.

Pubblichiamo oggi la nuova proposta creativa delle insegnanti: una simpatica bambolina di pezza da realizzare con morbidi calzini colorati.
In fondo alla pagina il materiale occorrente e le fasi da seguire per la sua realizzazione. Buon divertimento!

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
municipio medio ponente
scuole vespertine
emergenza corona virus
riciclo creativo
bambola di pezza

Speciale: incontriamo le associazioni del Medio Ponente

Sottotitolo: 
Coro Monti Liguri
Video
Video: 

L'emergenza sanitaria per il Corona Virus ci fa vivere un tempo senza precedenti nel passato. Il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti come adesso e, proprio ora, stiamo sperimentando una chiusura che ci pone di fronte a grandi sfide.
Il nostro territorio ha sempre cercato di offrire eventi e manifestazioni per tutti ma oggi, si trova silenziato.
Siamo rimasti fermi, per responsabilità, ma non muti ed inoperosi.
Adesso, in fase di ripresa, tutte le nostre associazioni cercano di ricominciare la propria vita associativa seguendo le nuove regole e adattandosi alla situazione.
Nell'attesa di ricominciare ad essere in presenza fisica, da oggi cercheremo di dare voce un po' tutte e un po' alla volta perchè dalla conoscenza reciproca possano nascere nuove sinergie. La capacità di cambiare, la sana creatività che ci contraddistingue e i valori del nostro territorio, ci aiuteranno a trovare nuove forme di espressione e presenza per tornare, ancora una volta, a festeggiare insieme.

Il Coro Monti Liguri si racconta:

Il Coro Monti Liguri virtuale - Attività in tempo di Covid-19
Aggiornamento al 04/05/2020

Il coro unito in emergenza
L’emergenza del Coronavirus e le misure di prevenzione del contagio hanno privato i cori della possibilità di incontrarsi e di cantare assieme nelle prove e nei concerti. Poco, certamente, nel generale rallentamento della nostra Italia e del resto del mondo, soprattutto per le attività economiche, ma anche per quelle culturali, turistiche e gastronomiche, rilevanti nel nostro Paese. Meno impatto, certamente, per i cori amatoriali, rispetto a chi lavora e vive di arte e cultura.
Però il coro e la musica occupano un posto di rilievo nella vita dei coristi, anche di quelli amatoriali, e trovarsi lontani, senza prove e concerti, fa sentire un grande vuoto. Per il coro Monti Liguri, un vuoto ancora più grande, dovendo rinviare al 2021 le celebrazioni del Trentennale di fondazione, già progettate in temi e contenuti, e in parte già organizzate e programmate. La salute è importante, e saremo tutti felici se arriveremo insieme al 2021 a recuperare gli eventi mancati, compreso il soggiorno in montagna per il Festival Cori Alta Pusteria, anch’esso rinviato.
Ritroveremo il piacere delle prove, degli esercizi di voce, dell’impegno di mettere insieme polifonie dignitose e intonate, della fatica di essere espressivi e convincenti, della leggerezza di chiacchiere e battute che stemperano nell’amicizia la seriosità del lavoro musicale. Per adesso ci siamo inventati anche noi, in compagnia di tanti altri complessi musicali, il “coro virtuale”, dove ciascuno canta per conto proprio e qualcuno bravo unisce i video sincronizzati in una variopinta idea di coro.
Non è la stessa cosa di un coro: il maestro non riesce ad essere incisivo e convincente, mentre i coristi devono esercitare più autonomia, intonazione, orecchio, senso di immedesimazione e autocritica, essendo soli nelle proprie prove. Maestro e coristi non sentono la vibrazione complessiva mentre cantano. Il maestro prova a dirigere virtualmente, ma non conduce veramente, segue anche lui la traccia. In un coro di persone mature, non tutti si adattano all’esercizio autonomo con la tecnologia, e rinunciano.
In questo frangente, il coro Monti Liguri, già abituato a usare la rete da una quindicina d’anni per condividere didattica e contenuti, ha potuto potenziare questo strumento di condivisione a distanza, integrato dalle chat e dai social, per mantenere i contatti con tutti i coristi al di là del grado di coinvolgimento nel coro virtuale. L’amicizia non si virtualizza e rimane salda. Con la comunicazione ci si scambiano notizie e si fa il punto sulla situazione del gruppo, fornendo anche consigli su come mantenere
la voce in esercizio. Ciascuno può sempre usare il materiale didattico per studiare e ripassare.
Intanto, qualcuno è divenuto più bravo ad elaborare, sincronizzare e fondere i diversi video, divenendo di fatto il maestro virtuale, il primo che avverte l’armonia e l’unione delle voci. Non si tratta di vero coro, certamente, ma ci vuole anche questo perché un coro possa promuoversi e manifestare la propria presenza, cercando di far pregustare il ritorno al vero ascolto in presenza. Anche tornando ad essere un coro vero, sapremo forse presentarci meglio sui media e sui social per promuovere le nostre iniziative.

Le attività a distanza
Ci siamo mossi presto, pure se inesperti in montaggio video, per seguire l’invito del Comune di Genova a inaugurare la prima edizione di “Chiese in Musica sul Web” con una nostra armonizzazione di montagna, corredata da una presentazione del coro e da un messaggio positivo per gli ascoltatori da parte dei coristi coinvolti. Abbiamo quindi presentato gli auguri pasquali con un brano religioso classico. Superata poi la sfida di imparare e far sentire, in forma virtuale, un inno alle montagne liguri, nostra composizione dei primi anni ‘90, accantonata per quasi trent’anni, per la sua natura di sigla corale più che brano da concerto.
Il coro non l’aveva mai imparato ed eseguito in presenza, mentre l’ha fatto nelle settimane di isolamento. E ancora, abbiamo proposto la nostra armonizzazione del Canto degli Italiani per la Festa della Liberazione.
Infine, mentre scriviamo queste note, il coro sta contribuendo ad un grande incontro virtuale sul canto dei Genovesi, “Ma se ghe penso” elaborato da Luigi Porro, promosso dall’ACOL a sostegno del 5 per mille per l’ospedale Gaslini. I coristi che contribuiscono a queste attività a distanza sono purtroppo meno della metà, non tutti si sentono aperti alla tecnologia e ai social. Però il coro resta unito anche grazie a questo, coltivando le voci, il percorso artistico e il proprio repertorio; chi non partecipa al canto virtuale, resta comunque aggiornato e ci aggiorna a sua volta, così ciascuno sente la presenza degli altri. Speriamo quindi di giungere all’autunno pronti a ripartire, con le voci da rieducare, ma felicissimi di ritrovarci! Ecco di seguito alcuni video raccontati e non solo.

  • 27/3/2020 - Chiese in Musica sul Web – Comune di Genova
  • 02/04/2020 - Tra le zime pù vizine (arm. E. Appiani)
  • 12/4/2020 - Settimana Santa Jesu, Rex admirabilis (G.P.da Palestrina) Coro virtuale
  • 25/4/2020 - 75° anniversario della Liberazione Inno di Mameli (canto degli Italiani, arm. E. Appiani) Coro virtuale
  • 26/05/2020 - Improvviso (paole e musica di Bepi de Marzi)

Gli stessi video si trovano anche sulla pagina Facebook “Coro Monti Liguri”, dove è possibile leggere le visualizzazioni, gli apprezzamenti e i commenti. Nel prosieguo del 2020, nella Fase 2 dell’emergenza sanitaria e si spera nel ritorno alla normalità, si intende:

• proporre altri canti in repertorio per l’esecuzione a distanza,
• fornire ai coristi ulteriori consigli per vocalizzi ed esercizi di voce,
• mantenere i rapporti con le Istituzioni, le associazioni, i cori amici,
• progettare i futuri concerti e gli eventi del Trentennale,
• comporre e far stampare il Canzoniere del coro.

Contatti
Sito Ufficiale  http://www.coromontiliguri.it

Immagine
Immagine: 
Documenti
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
cornigliano
coro monti liguri
Condividi contenuti