sestri

FESTIVAL “CITTA’ DI GENOVA” MUSICA DAL MONDO – BICENTENARIO VERDIANO

Sottotitolo: 
Due serata speciali all'insegna della musica organizzate e proposte dalla Filarmonica Sestrese

La Filarmonica Sestrese nel 168° di fondazione presenta due manifestazioni aperte a tutta la cittadinanza.
Giovedì 21 novembre appuntamento al Teatro Verdi di Sestri Ponente per assistere al concerto "Musica dal Mondo", venerdì 22 novembre Concero di Santa Cecilia nella Basilica n.s. Assunta. I due eventi rientrano nella XXIII Rassegna di Musica per Fiati e Percussioni e del 14° Festival "Musica dal Mondo" con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Assessorato Cultura e Spettacolo Regione Liguria, Assessorati Cultura e Tempo Libero del Comune di Genova, Municipio VI Medioponente, Banca Intesa Sanpaolo, Assomusica e la Basilica "N.S. Assunta".

21 Novembre ore 21 - Teatro Verdi – MUSICA DAL MONDO

Concerto “Musica dal Mondo” dell'Orchestra di Fiati della Filarmonica Sestrese diretta da Matteo Bariani e la partecipazione straordinaria della Forest Hills Northern High School Wind Ensemble diretta da Jeffrey Robke.
L'orchestra americana proviene da Gran Rapid, la seconda città, dopo Detroit dello
Stato del Michigan (USA) e città natale della grande attrice cinematografica Judy Garland. E' formata da giovani studenti di età tra i 14 e 18 anni ed è la seconda volta che vengono ad esibirsi in Europa scegliendo come unico appuntamento artistico Genova e la Filarmonica.

22 Novembre ore 21 - Basilica "N.S. Assunta" – CONCERTO DI SANTA CECILIA

Il "Concerto di Santa Cecilia" è il grande avvenimento musicale che la Filarmonica Sestrese organizza per il Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi (1813-2013) con un omaggio al suo coetaneo Richard Wagner. Un programma musicale che ripercorre le tappe più salienti dell'opera verdiana.
Parteciperanno le Corali Liriche Polifoniche “Accademia Musicale Teresiana” di Arenzano diretta da Guido Ripoli, “Beato Jacopo da Varagine” di Varazze diretta da Giovanni Musso, “Giuseppe Manzino” diretta da Guido Ripoli e “Claudio Monteverdi” diretta da Silvano Santagata. Interverrano i solisti Isabella Isola, soprano, Silvano Santagata, tenore, Pierluigi Rosso, baritono, Enrico Fibrini, basso.
La direzione artistica è di Matteo Bariani che dirigerà i 60 elementi della Filarmonica.

L’ingresso agli spettacoli è gratuito.
 

Una Curiosità nei 168 anni di storia della Filarmonica:
nel libro di Francesco Gerolamo Orelli e Secondo Orfeo Pizzorno “La Banda Civica di Sestri Ponente attraverso mezzo secolo” del 1899 si racconta che dopo il trionfo dell’Otello, Verdi giunse a Genova e in Piazza Acquaverde la Banda di Sestri diretta dal maestro Casimiro Corradi lo accolse con il “Brindisi” dall’Otello eseguito per la prima volta da una banda. Al termine del brano Verdi si complimento commosso con il M° Casimiro Corradi e i Musicisti per la loro bravura.

 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
filarmonica
musica
Concerto
sestri
curiosità
casimiro corradi
c

BAMBOLE: LO STILE TRA FOTOGRAFIA E REALTA'

Sottotitolo: 
IL 9 E 10 NOVEMBRE PRESSO BW PREMIER CHC AIRPORT HOTEL

Al via l'esposizione "Bambole: lo stile tra fotografia e realtà". Il 9 e il 10 novembre presso BW premier CHC Airport Hotel in Via Albareto 15 con orario continuato dalle 10.00 alle 19.00 sarà aperta al pubblico la mostra di      sarà aperta al             bambole di diverso tipo, facenti parte di collezioni private. Le bambole sono addobbate  in modo originale e personalizzato mentre le  acconciature  sono curate da una  parrucchiera professionista e vestite (alcune) da Laura Alunno organizzatrice dell'evento.
Il tutto sarà corredato dalla proiezione delle immagini realizzate da Alberto Marubbi che con i suoi scatti ha cercato di umanizzare le protagoniste dell'evento.

 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
sestri
fotografia
bambole
stile
realtà
parrucchiera
acconciatura

MOSTRA MICOLOGICA

Sottotitolo: 
dal 26 al 28 ottobre 2013

La Croce Verde Sestrese propone una "Mostra Micologica" attraverso il suo Gruppo Micologico che effettua studi e classificazioni sui funghi tipici della zona genovese. Lo scopo è quello di far conoscere alla cittadinanza le differenze e le diverse  qualità dei funghi  per prevenire i casi di avvelenamento.
L' appuntamento  è fissato per sabato 26 e domenica 27 ottobre presso Piazza Tazzoli.

Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
croce verde
sestri
piazza tazzoli
PREVENZIONE
mostra Micologica
funghi
avvelenamento

DANZANDO COL CUORE OVERTURE D'AUTUNNO

Sottotitolo: 
Scuole di danza sestresi e genovesi unite per la solidarietà

L'Associazione Sulle ali della Fantasia presenta lo spettacolo di danza con scopo benefico, realizzato in collaborazione con varie scuole di danza sestresi e genovesi, "Danzando col cuore overture d'autunno".
 L'appuntamento è fissato per sabato 26 ottobre alle ore 21.00 presso il Teatro San Giovanni Battista di Sestri Ponente, Via D. Oliva 5.
Oltre ad essere un momento di festa che raccoglie la partecipazione di numerose scuole di danza genovesi, la serata prevede l'avvicinamento alla cultura della solidarietà poiché promuove una raccolta  fondi finalizzata a favore di bambini e famiglie in situazione di difficoltà legata a problemi sociali e sanitari .
Le somme raccolte saranno devolute all'Associazione "Angeli per i bambini onlus, accreditata presso l'Istituto Giannina Gaslini di Genova.
Ingresso ad offerta libera.

Parteciperanno:
ALYAT DANZA
AMAR AL RAKISA
ARCI AMICI72
DANCE ACCADEMY
DANZA LUCCOLI 23
DOMINGO y GIOVANNA TANGO
KOROS CENTRO DANZA
SESTRI IN DANZA
STUDIO DANZA 91
STUDIO DANZA HARMONIC 

Per informazioni e prenotazioni:
Cell. 346.37.73.017 
E-mail sullealidellafantasia@yahoo.it 
 ..
 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
teatro san giovanni battista
danza
spettacolo
sestri
genova
genova
2013
gaslini
fantasia

SANT'ALBERTO IN FESTA

Sottotitolo: 
In occasione della festa del Santo patrono, Sestri Ponente offre le sue strade e le sue piazze ai cittadini. Cerca l’evento che fa per per te!

Per tutte le vie della delegazione un ricco programma di iniziative organizzate per i cittadini il 6 Luglio Apertura notturna degli esercizi Commerciali a cura del Civ

Programma:

Piazza dei Micone
5 luglio ore 21.00 Spettacolo di Danza Sportiva a cura dell’Associazione Quickslowdance
6 Luglio ore 19.00 Ecoprebuggiun a cura degli Amici del Chiaravagna
7 Luglio ore 21.00 Spettacolo con Stefano D. a cura del Bar Hemingway
8 Luglio ore 21.00 Concerto delle Quattro Chitarre

Piazzetta Pilo
6 Luglio Distribuzione di frittelle e bibite per l’intera giornata a cura della Parrocchia N.S.Assunta, della Società Operaia Cattolica S.S. Pietro e Paolo e del gruppo scout GE54.
Esposizione di un gozzo gentilmente messo a disposizione dalla Lega Navale di Sestri Ponente

Via Donizetti
6 Luglio sbarazzo per l’intera giornata a cura del CIV

Nella Basilica N.S.Assunta
7 Luglio ore 18.30 Concelebrazione Eucaristica in onore di S.Alberto
12 Luglio ore 21.00 Concerto dell’Orchestra di Fiati della Filarmonica Sestrese

Questa è Sestri, ti aspettiamo!

 

 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
sestri
sant'alberto
patrono

A Sestri le “Visioni Imperfette” di Davide Di Donna

Sottotitolo: 
Gli anni ’80 e i Beatles: ecco alcuni dei temi dell’ esordiente Davide Di Donna, alle prese con la sua prima mostra allestita in Via Sestri 57, saletta della mostre, fino al 13 febbraio.Imperfezioni ed emozioni
Di FRANCESCA DE MATTEI

Sicuramente non si può dire che sia un veterano della pittura, ma figlio d’arte sì. Si presenta così Davide Di Donna, giovane pittore genovese, protagonista di un’esposizione pittorica in  Saletta delle mostre, a Sestri Ponente. Davide, infatti, nonna pittrice, si è avvicinato alla pittura solo un anno fa, scoprendo un mondo nuovo, meraviglioso. Un mondo in cui poter esprimere i propri sentimenti, le proprie idee, la musica solo con l’ausilio di un pennello.

Nei suoi quadri Davide parla del jazz, la sua musica preferita, dei Beatles, dei mitici anni ’80, utilizzando colori come il viola, il giallo e il rosso, colori che richiamano proprio le atmosfere di quegli anni. La sua poetica affronta  anche temi più profondi, dedicando un intero ciclo di opere ai malati mentali, con coinvolti in svariati mestieri. Attraverso questi quadri Davide vuole lanciare un messaggio preciso: questa povera gente, questi “matti”, molte volte sono solo persone più sensibili, e in quanto tali, meriterebbero una considerazione differente.

Chiacchierando, il giovane pittore confida di dipingere solo con colori acrilici, utilizzando qualche volta la tecnica del collage, come, per esempio, nella tela dove sono protagonisti i quotidiani, nella quale alterna articoli di giornali ingialliti  a “mucchi” di pittura più o meno consistenti,  per esaltare la pesantezza di alcune notizie piuttosto che altre.,Evidente l’ispirazione derivata del cubismo e dalla pop art: in una delle sue tele è, infatti, palese il riferimento a Picasso, rivisto in chiave moderna.

Le tinte fondamentali della pittura di Davide sono il bianco, il nero e il rosso ma, talvolta,  l’autore riesce a spaziare con una vasta gamma di colori intensi e brillanti, adattandoli al proprio sentire e a il suo obiettivo comunicativo

Insomma, la mission di questa piccola mostra è proprio il voler mettere in scena il quotidiano vita vissuta ed emozioni, con tutte le loro imperfezioni, dal personalissimo punto di vista di questo esordiente e talentuoso artista genovese. Da qui nasce appunto il titolo, “visioni imperfette”.

Genova, 11 febbraio 2011
Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
davide di donna
imperfezioni
la saletta
mostra
sestri
visioni

Alluvione a Sestri: mancano 54 milioni di euro La Vincenzi a Roma chiede soldi al governo

Sottotitolo: 
A tre mesi dall'alluvione il sindaco di Genova tira le somme. Il Comune ha sistemato le emergenze ora tocca al governo trovare i fondi per la messa in sicurezza definitiva di territorio e rivi

Di Simone D'Ambrosio

Mentre Sestri prova lentamente a riprendersi dalla paralisi totale, a tre mesi dall’alluvione il sindaco Marta Vincenzi torna a Roma a battere cassa insieme al presidente della Regione Claudio Burlando. Non solo per i 10 milioni promessi da Bertolaso per la messa in sicurezza delle urgenze e non ancora giunti in Regione, ma soprattutto per il finanziamento di tutti gli interventi necessari alla sistemazione definitiva del territorio. L’auspicio del sindaco è che l’esecutivo dedichi alla Liguria la stessa attenzione e gli stessi aiuti riservati al Veneto, anch’esso recentemente flagellato dal maltempo.

In sostanza, il Comune ha anticipato quasi tutto il necessario per coprire i lavori impellenti: rispetto ai 12 milioni inizialmente previsti tramite esborsi diretti e interventi delle società partecipate (Amiu, Aster e Iren) anche nell’ambito del Contratto di servizio, restano da coprire 859 mila euro. A questa cifra vanno però aggiunti ancora 1,6 milioni di euro per una serie di nuove emergenze sopraggiunte in corso d’opera: tra queste, le più sostanziose riguardano la risistemazione di via Sant’Alberto e la diramazione di via Rollino in località Rigetti.

In sintesi, mancano ancora poco meno di 2,5 milioni di euro per sistemare le urgenze più impellenti.
Ma non ci si può certo fermare qui. I 14 milioni di questa prima tranche sono un’inezia in confronto a tutti gli investimenti che sarebbero necessari per riportare definitivamente in sicurezza la zona sestrese ed evitare che in futuro possano ripetersi situazioni simili, intervenendo con decisione su tutti i rivi e i torrenti. Sono infatti stati stimati in quasi 2,7 milioni di euro gli interventi necessari per il ripristino di uno status quo di assoluta normalità, mentre l’intervento complessivo per mettere in sicurezza tutti i corsi d’acqua richiederebbe oltre 48 milioni di euro, escludendo i due torrenti di maggiore portata, Fereggiano e Bisagno.

Insomma, in totale mancherebbero quasi 54 milioni di euro. Una cifra di cui ci si aspetta si faccia direttamente carico il governo nazionale, visto l’importante investimento, pari a circa 300 milioni di euro, stanziato per i gravi danni subiti dal Veneto.

Tutto questo senza considerare il settore privato. I danni subiti da immobili e abitazioni arrivano quasi a 19 milioni di euro, a cui vanno aggiunti gli oltre 47 milioni per le attività economiche (artigianato, commercio, industria, servizi). Si tratta di altri 66 milioni, che innalzano notevolmenbte il totale a oltre 120 milioni di euro. Non ci resta che aspettare...e sperare.

 

Genova, 12 gennaio 2011
Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
alluvione
comune
genova
genova
ponente
sestri
2010
danni
ottobre
veneto

We are Sestri. Festa, amicizia e saldi. La Befana a Ponente arriva sabato 8 gennaio

Sottotitolo: 
Un pomeriggio di allegria nella delegazione per salutare le feste e rilanciare l’economia delle zone più colpite dall’alluvione, approfittando dei saldi. Musica e spettacoli anche per i più piccoli grazie a Music For Peace

Di Simone D'Ambrosio

Rilanciare Sestri in tutto e per tutto. Oltre ai necessari interventi per porre rimedio alle situazioni più gravi e mettere in sicurezza il territorio nel più breve tempo possibile, per cui sono già stati anticipati 5 milioni di euro, l’amministrazione ha deciso di concentrare tutta una serie di attività economico – culturali per riportare la gente in uno degli storici cuori pulsanti della città. In quest’ottica diventa fondamentale il sostegno e il contributo di tutte le aziende.

In questo caso, protagonista è Genova Parcheggi che grazie al suo intervento ha permesso l’organizzazione di We are Sestri, un pomeriggio di musica, danza e cabaret regalato a tutta la città. Una festa a chiusura definitiva del periodo natalizio e nei giorni più caldi dei saldi invernali.

Dalle 15 alle 18 in piazza Baracca e in via Merano andranno in scena gli amici di Music for Peace. A partire dal primissimo pomeriggio con uno spettacolo di burattini della compagnia Drago Rosso. Seguiranno i Malapaga in concerto, uno spettacolo di danza orientale con Anahita e la Compagnia Persepolis, le risate di Carlo Denei, Daniele Raco e Fabrizio Casalino, per chiudere nuovamente in musica con Esmen e One Night Band. E qualche altra sorpresa dell’ultima ora che l’entourage di Stefano Rebora non farà certo mancare.
Senza dimenticare la solidarietà nella solidarietà. Per tutto il pomeriggio sarà presente in piazza Baracca il SolidarBus, dove poter portare tutti i generi alimentari per le missioni di Music for Peace, magari dopo averli acquistati in una bottega sestrese.

Tanti eventi anche per i più piccoli che potranno anche ricevere 3000 biglietti omaggio per il Luna Park, messi a disposizione dagli stessi operatori dei “baracconi”: 2000 ingressi saranno riservati a chi approfitterà dei primi giorni di saldi e si recherà, scontrino in mano, in uno dei due punti di distribuzione in piazza Baracca e via Merano.

Un’iniziativa a tutto tondo, dunque, che cerca di sostenere il tessuto commerciale, che promuove la coesione sociale e non si dimentica della solidarietà pur in una situazione di emergenza. Nell’ottica di affiancamento di piccole opere ai grandi interventi necessari per la messa in sicurezza del territorio.
Mentre il Comune si prodiga alla ricerca di fondi e di collaborazioni fattive con i cittadini e le associazioni dei commercianti,  da Roma tutto continua a tacere. Neppure gli insufficienti 10 milioni promessi a gran voce da Bertolaso, dopo il sopralluogo di ottobre, sono ancora giunti nelle casse della Regione. “L’unica colpa di Genova – chiosa l’assessore Farello con triste ironia – è quella di non trovarsi in Veneto. Ma è impensabile che anche le catastrofi abbiano un colore politico”.

Genova, 7 gennaio 2011
Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
sestri
alluvione
spettacolo
saldi
festa
Music for Peace. A partire dal primissimo pomeriggio con uno spettacolo di burattini della compagnia Drago Rosso. Seguiranno i Malapaga in concerto
danza orientale
Anahita
Compagnia Persepolis

Percorso Gastronomico

Sottotitolo: 
Sestri è anche sapori antichi e buona tavola. Attraversando le strade di questo quartiere sono molti gli esercizi alimentari che si possono incontrare ed esplorare, numerosi quanto invitanti. Ecco quindi un breve tour gastronomico, realizzato tra gli angoli della Sestri che sa sedersi a tavola con gusto.
Video
Video: 

Sestri: attraversando le sue strade sono molti gli esercizi alimentari che si possono incontrare ed esplorare, numerosi quanto invitanti.

La prima tappa del nostro percorso è la Pasticceria Berretta, situata in via Biancheri 17, o “sotto i portici”, come dicono i sestresi; I cannoli sono la specialità della casa, e vengono preparati seguendo le disposizioni che la tradizione ha reso imprescindibili. Ma non solo; il banco delle paste è ricco e sempre fornito di dolci freschi e per tutti i gusti: se il buongiorno si vede dal mattino, sicuramente la giornata sarà dolce.

Caffè e Cannoli

Tommaso Berretta, il fondatore, della pasticceria ci racconta brevemente la storia di questo locale: “Questo esercizio nasce nel 1927 come bar, diventando nel 46 anche pasticceria, servendo ai sestresi, e non solo, la più dolce delle colazioni: caffè e cannolo”. Accompagnati da Attilio Canneva, sestrese doc e anima storica della comunità  ponentina, raggiungiamo la seconda tappa del nostro tour, che si trova poco distante, in piazza Baracca, la Piazza dei sestresi.

Gelati d'Inverno

Eccoci all’interno della Gelateria Cucchi, gestita da Anna, Massimo, Enrico e Orietta: “Ogni giorno, tutti i giorni dell’anno, - ci spiega Orietta - prepariamo le creme, utilizzando prodotti genuini e tecniche artigianali”. La specialità? “Senza dubbio la pinolata è il nostro cavallo di battaglia – aggiunge Anna – e la richiesta dei nostri clienti ne è la conferma più evidente”.
 
Il pesto, una tradizione

Dopo qualche gustoso assaggio, muoviamo verso piazza Tazzoli, per visitare il Pastificio Artigiano di Tina Farina e Mauro Porco, dove regnano prodotti tipici come il pesto e i ravioli: “Abbiamo ordini che arrivano da tutto il paese per il nostro pesto – ci spiega la signora Tina – che viene preparato seguendo la ricetta secolare, e utilizzando solo prodotti della nostra riviera, tra cui il basilico d.o.p.”. Pesto ma non solo: il pastificio sforna quotidianamente chili di ravioli e di pasta, rigorosamente trafilata al bronzo “che rende la pasta leggermente porosa e ruvida, perfetta per trattenere il condimento”, come ci spiega Mauro.


Prima di mangiare, lavarsi le mani...

Accompagnati dal profumo dei sughi, percorriamo via Vigna, per fermarci brevemente al numero 79, da Savon Ecò, di Paolo Bianchi, negozio non alimentare ma estremamente significativo per chi ha a cuore un altro modo di fare commercio: “Il nostro esercizio – spiega Mauro – ha la particolarità di rivendere sapone artigianale sfuso, fornito da produttori locali”. Saponi di tutti i tipi, con una vasta gamma di aromi “per soddisfare una richiesta sempre in aumento, grazie alla sostenibilità ambientale del prodotto, perfettamente biodegradabile”.

Pane, focaccia e panettone

Dopo questa breve parentesi, torniamo ad occuparci di gastronomia, sempre accompagnati da Attilio Canneva, che ci fa strada verso vico Erminio, introducendoci a Aldo Chiocca, titolare da 47 anni de “Al Fornetto”, forno storico di Sestri: “Da decenni produciamo pane e focaccia per i sestresi, utilizzando ricette, strumenti e procedure tipiche per i nostri prodotti tipici”, racconta Aldo, che aggiunge “una delle tante nostre specialità è il pandolce cosiddetto alto, che è il vero pandolce alla genovese”. Sarebbero molti gli “spunti” per rimanere a parlare dei dolci del maestro del forno Chiocca, ma il nostro percorso non è ancora finito.

Mussa di Ferro, leggenda e realtà

Torniamo in via Vigne, raggiungendo il civico numero 70, entrando nella trattoria-ristorante forse più famosa di Sestri: stiamo parlando de “C’era una volta… la mussa di ferro”, punto di riferimento assoluto per la gastronomia tipica di ponente. La titolare, Rita Saturnino, illustra l’anima di questo ristorante, a partire dal nome, senza dubbio curioso: “Quando abbiamo rilevato l’attività, abbiamo continuato a utilizzare il forno storico del locale, ultracentenario, dove è stata preparata la farinata che ha sfamato generazioni di sestresi”. E il nome? Sicuramente non passa inosservato per noi genovesi… “Sono molte le leggende riguardo alla prima proprietaria del ristorante (che, inizialmente, era una friggitoria. ndr): Era una donna tenace, di ferro, che lavorava senza sosta tutti i giorni nell’anno, dedita al suo lavoro, capace di gestire con successo un’attività sicuramente non comoda”. Usciti dal locale, Attilio Canneva racconterà una versione differente della leggenda, che vuole la donna di ferro sopravvivere a ben tre mariti…e chi ha orecchi per intendere intenda, noi continuiamo il nostro goloso tour gastronomico.

Nonna Egle, il bar di Coppi

Per chiudere una giornata passata tra pasta, dolci e goloserie varie, che cosa c’è di meglio di un buon caffè con relativo ammazzacaffè? La risposta a questa ovvia domanda retorica è il bar di Nonna Egle, sito in via Vigna 88, all’angolo con la centralissima piazza Baracca. “È sicuramente uno dei bar di riferimento dei sestresi da sempre – ci spiega Egle Lupi, la titolare, mentre asciuga il bancone, con il sorriso di chi fa da anni ciò che gli piace fare – perfino Fausto Coppi, sposato con la sestrese Bruna Ciampolini, , veniva qui tutti i giorni per l’aperitivo…”.

Dopo cannoli, pasta al pesto, farinata, pinolata, pandolci e caffè, concludiamo il nostro tour gastronomico con un bella passeggiata per via Sestri, centralissima in questa saporita cittadella del gusto.
 
Nicola Giordanella

Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
Percorso
sestri
gastronomico
cucina
tradizione
pasta
pesto
cannoli
gelato
mangiare

Assemblea Pubblica

Sottotitolo: 
DOPO L'ALLUVIONE SESTRI RIPARTE

Venerdì 19 novembre 2010, alle ore 18.00, presso il salone della Croce Verde in Via Gian Giacomo Cavalli 5 a Sestri Ponente, la Sindaco di Genova Marta Vincenzi, il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e il Presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto, incontreranno i cittadini sestresi per illustrare i provvedimenti assunti a sostegno delle vittime dei danni alluvionali ed il piano di riqualificazione urbanistica, che la Regione Liguria aveva già approvato prima dell’alluvione, comprendente interventi sul centro storico di Sestri  Ponente e sul riassetto idrogeologico del Torrente Chiaravagna.

 

Immagine
Immagine: 
Documenti
Etichetta: 
sestri
alluvione
assemblea
sindaco
Condividi contenuti