Concerto

CONCERTO PER UN PONTE

Sottotitolo: 
Un'iniziativa di respiro internazionale proposta dalla Filarmonica Sestrese

Mercoledì 17 ottobre alle ore 16.30 si tiene a Sestri Ponente sul Podio della Musica di Piazza Tazzoli il "Concerto per un Ponte": un'iniziativa internazionale che vede l'incontro della Filarmonica Sestrese con il gruppo musicale danese Nordfyns Concert Band (NCB).
Oltre alla musica, durante questo gemellaggio, si cerca di raccogliere fondi per il disastro del Ponte Morandi. Un contributo di sensibilizzazione e raccolta fondi per la rinascita di Genova e della Liguria.

Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
Concerto
Filarmonica Sestrese
Genova nel cuore
ponte

Concerto di Natale e della Solidarietà

Sottotitolo: 
Venerdì 22 dicembre, alle 21 nella Basilica N.S. Assunta Christmas Live 2017 concerto di Natale e della Solidarietà della Filarmonica Sestrese.

L'orchestra di fiati e percussioni della Filarmonica Sestrese ivita tutti a partecipare al Concerto di Natale e della Solidarietà
ore 21 presso la Basilica N.S. Assunta - Piazza Baracca. Partecipano all'evento il coro dell'Accademia musicale Teresiana di Arenzano, il soprano Elisabetta Isola, dirige il maestro Matteo Bariani.
Nel corso del concerto, realizzato con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Genova e del Municipio Medio Ponente, ci sarà un momento di solidarietà.

Sito ufficiale Filarmonica Sestrese
 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Concerto
Natale 2017

Festa di fine estate

Sottotitolo: 
Un evento da non perdere per salutare insieme la stagione estiva.

Giovedì 14 settembre a Sestri Ponente, nella rinnovata Piazza Tazzoli, una grande festa: musica, balli e tanta allegria per salutare in compagnia l'estate 2017. Il programma della serata prevede a partire dalle 19:00 esibizioni di ballo moderno con la scuola Sestri Danza e Oasi Latina, coreografie Irene Moles Dance & Style. A seguire, dalle 21:00, saliranno sul palco per un concerto gratuito i Tropico del Blasco con un tributo a Vasco Rossi.
L'evento è patrocinato dal Municipio VI Genova Medio Ponente e realizzato in collaborazione con GenovaRock.

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Concerto
musica

Concerto a favore della ricostruzione delle zone colpite dal terremoto

Sottotitolo: 
Giovedì 29 settembre 2016 ore 21.00 Teatro Verdi Sestri Ponente

Un concerto all'insegna della soliderietà Giovedì 29 settembre 2016 ore 21.00 Teatro Verdi Sestri Ponente.
I biglietti sono in vendita sia alla Biglietteria del Teatro Carlo Felice che a quella del Teatro Verdi e presso il punto vendita di Giglio Bagnara in Via Sestri 46.
Il posto è numerato a posto unico ma con un prezzo scelto dall’acquirente che può decidere di acquistarlo da un minimo di € 10,00 ad un massimo di € 50,00.
L’incasso sarà devoluto alla Protezione Civile per il sostegno alle popolazioni colpite dal recente terremoto in centro Italia, il concerto viene eseguito in TEMPO UNICO.

Direttore Andrea Battistoni

Programma
Samuel Barber             Adagio per archi
Gustav Holst                 St.Paul’s suite
Pëtr Il’ič Čajkovskij      Serenata op.48   

Orchestra del Teatro Carlo Felice

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Concerto
terremoto

La Buona Novella – Fabrizio De Andrè

Sottotitolo: 
FILARMONICA SESTRESE & NAPO TEATRO VERDI 13 Febbraio ore 21

La Buona Novella di Fabrizio De Andrè è il secondo evento che la Filarmonica Sestrese presenta per il 170° di fondazione insieme al cantante Alberto Napoletano “NAPO” e in collaborazione con l’Accademia Musicale Teresiana. Uno spettacolo che senz’altro non mancherà di entusiasmare sia per l’aspetto innovativo che per la musica del grande Faber.
Il ricavato della serata servirà per l’acquisto di strumenti per la scuola di musica della Filarmonica.

Programma del concerto:
1 - Laudate Dominum  
2 - L'infanzia di Maria
3 - Il ritorno di Giuseppe
4 - Il sogno di Maria
5 - Ave Maria
6 - Si chiamava Gesù  
7 - Maria nella bottega del falegname
8 - Via della croce
9 - Tre Madri
10 - Il testamento di Tito
11 - Laudate Hominem  
12 - Le Nuvole
13 - Anime Salve
14 - Smisurata preghiera
15 - La ballata dell'amore cieco  
16 - Il Pescatore  

Orchestra:         Filarmonica Sestrese – Direttore Matteo Bariani
Voce Solista:        Alberto “Napo” Napolitano
Voce recitante:     Lazzaro Calcagno
Coro:             Ensemble vocale dell’Accademia Musicale Teresiana
Fonici  di sala:     Nicola Sannino & Alessio Siena
Arrangiamenti:    Matteo Bariani & Matteo Bazzano

L’evento si inserisce nel Progetto “Musica, Giovani & Creatività in collaborazione con Regione Liguria, Comune di Genova, Municipio VI Medio Ponente, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Teatro Verdi.

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
Concerto
genova
genova
teatro verdi
musica
fabrizio de andrè
faber

Le Cantate di Andrea Adolfati

Sottotitolo: 
Concerto gratuito dell'ensemble l'Arcadia Ligustica, domenica 30 novembre 2014

L’ensemble l’Arcadia Ligustica nasce nel 2012 dall’interesse, comune ai suoi componenti, di dedicarsi all’esecuzione di musica del periodo barocco, unendo alla parte esecutiva la ricerca e riscoperta di una prassi esecutiva filologica e di autori che i secoli avevano avvolto nell’oblio.
I concerti proposti  dal gruppo seguono percorsi tematici tali da avvicinare l’ascoltatore moderno ad uno stile non familiare.

Tra i  progetti l'ensemble si ricordano: Un percorso alla riscoperta dell’opera settecentesca presentato nel novembre e dicembre 2012 , La cantata settecentesca: un’opera in miniatura presentato nel giugno 2013 in occasione della ricorrenza del cinquantennale della facoltà di Architettura a Genova e nel settembre dello stesso anno a Voltri in occasione delle Giornate Europee del patrimonio, Handel e Porpora: due nemici a confronto nel novembre 2013.

Nel 2014 il gruppo si dedica al compositore veneziano Andrea Adolfati, attivo a Genova nella prima metà del settecento, di cui ha eseguito in prima mondiale alcune composizioni lo scorso luglio al Conservatorio N.Paganini e in occasione del concerto Musica e Musicisti nella Genova settecentesca tenutosi a Voltri a settembre. Seguendo lo stesso progetto il 17 dicembre l'ensemble presenterà presso l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest un concerto dedicato ad Adolfati.

Programma del concerto:

LE CANTATE DI ANDREA ADOLFATI
Andrea Adolfati
(1721 o 1722 -1760)

Cantata Seconda “Nice a Fileno”
Recitativo: Filen, crudo Fileno
Aria: Ingrato all’amor mio
Recitativo: Ma a che mi lagno?
Accompagnato: Misera, ma il mio petto
Aria: Va spietato nelle selve

Johann Adolf Hasse
(1699-1783)
Trio-sonata op.2 n° 6

Andrea Adolfati
Cantata Terza “Fileno a Nice”
(La Gelosia)
Recitativo: Perdono, amata Nice
Aria: Bei labbri, che Amore
Recitativo: Son reo, non mi difendo
Aria: Giura il nocchier che al mare

Ensemble L’Arcadia Ligustica
Francesca Torre: soprano
Gabriele Boschi, Federica Calcagno: violini
Francesco Candia: viola
Federica Pellizzetti: viola da gamba
Davide Mingozzi: clavicembalo

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Documenti
Documenti: 
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Concerto
musica
gratuito

CONCERTO DI SANTA CECILIA DELLA FILARMONICA SESTRESE

Sottotitolo: 
La grande musica Russa protagonista del concerto di sabato 22 novembre ore 21 Basilica N. S. Assunta

Un appuntamento musicale di rilievo sabato 22 novembre alle ore 21 nella Basilica “N.S. ASSUNTA” di Sestri Ponente per il concerto dedicato alla Patrona della Musica Santa Cecilia che vedrà l’esecuzione da parte dell’Orchestra di Fiati della Filarmonica Sestrese diretta dal maestro Matteo Bariani di alcune tra le maggiori composizioni di autori russi che hanno lasciato all’umanità un patrimonio di suoni e colori inestimabile.
Un concerto non facile, con alcuni brani che saranno eseguiti dalla Filarmonica per la prima volta, dove il maestro Bariani ha saputo con grande passione e professionalità dare all’orchestra le giuste motivazioni di studio e di crescita.
Ecco il programma che propongono i 70 elementi della Filarmonica e presentato da Andrea Viari:

  • Marcia Slava op.31 di P.I. Tchaikovsky
  • Finale dalla Sinfonia n.2 Piccola Russia di P.I. Tchaikovsky
  • Danze Polovesiane di A. Borodin
  • Uccello di Fuoco – Suite dal Balletto di I. Stravinsky
  • La Grande Porta di Kiev dai Quadri di un’Esposizione di M. Mussorgsky

Roberto Parodi, Presidente della Filarmonica Sestrese, spiega che il Concerto di Santa Cecilia e il Concerto di Natale del 19 dicembre al Teatro Verdi saranno dedicati agli alluvionati con una raccolta fondi attraverso il nuovo CD “KEEP CALM AND PLAY” (rilassati e ascolta) rimanendo fedeli alla solidarietà che contraddistingue l'associazione da 169 anni sostenendo iniziative e progetti benefici, tra gli ultimi l’acquisto di una tonnellata di riso per le missioni nelle Filippine dei Padri Agostiniani Scalzi il cui container è partito alla fine di ottobre.

La Festa della Musica e della Solidarietà si inserisce nel progetto XXIV Rassegna di Musica per Fiati e Percussioni in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, la Regione Liguria, il Comune di Genova, il Municipio VI Medio Ponente, Banca Intesa San Paolo, Assomusica (Federazione Nazionale delle Attività Musicali Amatoriali e Artistiche) e la Basilica “N.S. Assunta”

 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
genova
genova
sestri ponente
Concerto
Filarmonica Sestrese
solidarietà
BASILICA ASSUNTA
musica

Suoni Parole e Ritmi dal Mondo: Benny Goodman, Lionel Hampton & Gene Krupa Tribute

Sottotitolo: 
Sabato 1° marzo ore 21 Villa Bombrini Via L.A. Muratori, 5 - 16152 Genova
Torna l'appuntamento nei preziosi interni di Villa Bombrini con la rassegna Suoni Parole e Ritmi dal Mondo giunta alla V edizione. Torna il Jazz  con un viaggio che ci porterà dallo swing al jazz moderno, dalle radici afroamericane, fino ai confini del blues.

Sabato 1° marzo Tributo alle musiche di  Benny Goodman, Lionel Hampton & Gene Krupa  tre grandi protagonisti del jazz. 

Il clarinettista e caporchestra Benny Goodman, nato a Chicago (1909-1986) viene considerato il "Re del Jazz". Questo artista straordinario ha rivoluzionato il mondo del jazz unendo il suo talento di esecutore classico con quello di musicista jazz. Ha suonato insieme con i più grandi della musica jazz prima di fare la sua orchestra.
Lionel Hampton è stato uno dei grandi della swing era, della tradizione, delle vulcaniche performance, supportate da un'orchestra percussiva, trascinante, fluviale nell'impeto.
Durante una seduta di registrazione con Louis Armstrong gli viene chiesto di suonare il vibrafono; con questo episodio inizia negli anni trenta la sua straordinaria carriera.
Gen Krupa,  prima di lui il ruolo del batterista era considerato di secondo piano: Krupa l’ha elevato dal punto di vista musicale e l’ha trasformato in un vero e proprio spettacolo.

Tre personalità forti che hanno contribuito in modo determinante alla nascita dello swing.
Swing, inteso in due modi : swing come elemento ritmico della musica jazz, non facilmente trascrivibile su pentagramma quindi soggetto a improvvisazione, e swing inteso come lo stile musicale degli anni trenta, che porto' il jazz alla sua massima popolarità.
Tre leader che grazie alle loro capacità non solo strumentali hanno saputo mantenere vivo questo linguaggio per oltre 50 anni.
A rileggerci queste importanti musiche saranno Alfredo Ferrario al clarinetto, Marco Bianchi al vibrafono,  Dino Cerruti al contrabbasso e Rodolfo Cervetto alla batteria,  rileggeranno quelle pagine di musica riportandovi allo swing era degli anni '30, ad un jazz ancora spensierato dove la voglia di divertire era ancora forte.


Suoni, parole e ritmi del mondo
V Edizione
Villa Bombrini
Via L.A. Muratori, 5 - 16152 Genova
Inizio concerto ore 21.00

INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti
Capienza sala 100 posti
Ampio parcheggio gratuito

Per informazioni :
www.jazzlighthouse.it ;
info@jazzlighthouse.it

tel. 3494259796 -  3394337476
 

Immagine
Immagine: 
Documenti
Etichetta: 
Concerto
villa bombrini
cornigliano
genova
genova
jazz

FESTIVAL “CITTA’ DI GENOVA” MUSICA DAL MONDO – BICENTENARIO VERDIANO

Sottotitolo: 
Due serata speciali all'insegna della musica organizzate e proposte dalla Filarmonica Sestrese

La Filarmonica Sestrese nel 168° di fondazione presenta due manifestazioni aperte a tutta la cittadinanza.
Giovedì 21 novembre appuntamento al Teatro Verdi di Sestri Ponente per assistere al concerto "Musica dal Mondo", venerdì 22 novembre Concero di Santa Cecilia nella Basilica n.s. Assunta. I due eventi rientrano nella XXIII Rassegna di Musica per Fiati e Percussioni e del 14° Festival "Musica dal Mondo" con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, Assessorato Cultura e Spettacolo Regione Liguria, Assessorati Cultura e Tempo Libero del Comune di Genova, Municipio VI Medioponente, Banca Intesa Sanpaolo, Assomusica e la Basilica "N.S. Assunta".

21 Novembre ore 21 - Teatro Verdi – MUSICA DAL MONDO

Concerto “Musica dal Mondo” dell'Orchestra di Fiati della Filarmonica Sestrese diretta da Matteo Bariani e la partecipazione straordinaria della Forest Hills Northern High School Wind Ensemble diretta da Jeffrey Robke.
L'orchestra americana proviene da Gran Rapid, la seconda città, dopo Detroit dello
Stato del Michigan (USA) e città natale della grande attrice cinematografica Judy Garland. E' formata da giovani studenti di età tra i 14 e 18 anni ed è la seconda volta che vengono ad esibirsi in Europa scegliendo come unico appuntamento artistico Genova e la Filarmonica.

22 Novembre ore 21 - Basilica "N.S. Assunta" – CONCERTO DI SANTA CECILIA

Il "Concerto di Santa Cecilia" è il grande avvenimento musicale che la Filarmonica Sestrese organizza per il Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi (1813-2013) con un omaggio al suo coetaneo Richard Wagner. Un programma musicale che ripercorre le tappe più salienti dell'opera verdiana.
Parteciperanno le Corali Liriche Polifoniche “Accademia Musicale Teresiana” di Arenzano diretta da Guido Ripoli, “Beato Jacopo da Varagine” di Varazze diretta da Giovanni Musso, “Giuseppe Manzino” diretta da Guido Ripoli e “Claudio Monteverdi” diretta da Silvano Santagata. Interverrano i solisti Isabella Isola, soprano, Silvano Santagata, tenore, Pierluigi Rosso, baritono, Enrico Fibrini, basso.
La direzione artistica è di Matteo Bariani che dirigerà i 60 elementi della Filarmonica.

L’ingresso agli spettacoli è gratuito.
 

Una Curiosità nei 168 anni di storia della Filarmonica:
nel libro di Francesco Gerolamo Orelli e Secondo Orfeo Pizzorno “La Banda Civica di Sestri Ponente attraverso mezzo secolo” del 1899 si racconta che dopo il trionfo dell’Otello, Verdi giunse a Genova e in Piazza Acquaverde la Banda di Sestri diretta dal maestro Casimiro Corradi lo accolse con il “Brindisi” dall’Otello eseguito per la prima volta da una banda. Al termine del brano Verdi si complimento commosso con il M° Casimiro Corradi e i Musicisti per la loro bravura.

 

Immagine
Immagine: 
Mostra fotografica
Etichetta: 
filarmonica
musica
Concerto
sestri
curiosità
casimiro corradi
c

Seven On The Bridge a Cornigliano

Sottotitolo: 
Venerdì 21 gennaio 2010, ore 21.00 Villa Bombrini, via Muratori 5, Genova

L’Associazione Jazz Lighthouse organizza la presentazione / concerto del disco
Seven On The Bridge
Venerdì 21 gennaio 2010, ore 21.00
Villa Bombrini, via Muratori 5, Genova
R.S.V.P.: info@jazzlighthouse.it - 3494259796 - 3394337476

Secondo CD inciso dal Parithetical Jazz Trio di Massimo Currò (chitarra), Emanuele Dachaud (contrabbasso) e Carlo Milanese (batteria). Un lavoro prodotto dall’Associazione Culturale Jazz Lighthouse, che da anni opera valentemente sul territorio genovese per promuovere la conoscenza e la diffusione delle note afroamericane.

 

Significativo il nome di questa giovane formazione genovese, a sottolineare l’uguale importanza degli elementi che la compongono, la parità tra i musicisti e gli strumenti coinvolti in un libero gioco di interazione tra le parti senza precostituite gerarchie, sulla scorta (potremmo dire) della lezione del primo leggendario piano trio di Bill Evans. Un paragone certo azzardato, anche da un punto di vista strettamente stilistico, ma utile a posizionare meritevolmente questo manipolo di abili musici nel pieno solco della tradizione jazzistica.

 

Proprio come consumati jazzmen, infatti, i nostri protagonisti attingono a piene mani al vasto repertorio sintattico dell’idioma jazzistico, alternando interessanti composizioni in stile (moderno ovviamente) alla piacevole riproposizione di celebri standards. Il tutto con molta naturalezza e adeguate doti tecniche ed espressive al servizio di un mainstream non paludato, ma vivo e scintillante. Brillano i brani originali di Carlo Milanese (qui in veste di batterista), per la verità l’unico dei tre a cimentarsi in questo caso con l’arte della composizione, la buona disinvoltura di Dechaud, con il suo elegante pizzicato sul contrabbasso, e l’arioso tocco sulle corde, unito a sempre interessanti soluzioni melodiche e armoniche, di Massimo Currò alla chitarra.

 

Come nel precedente Playing (Music Center 2009), anche in questa nuova registrazione il terzetto si trasforma in sontuoso quintetto con l’aggiunta di due eccellenze del jazz genovese e nazionale: il pianista Andrea Pozza, rimasto al suo posto nel ruolo di speciale guest star del progetto, e il polifiatista Claudio Capurro, che ha invece sostituito il sassofonista Claudio Chiara.

 

Pozza dispiega al meglio l’ormai riconosciuta liricità del suo pianismo, fondato su un tocco morbido e personale, un luminoso fraseggio dall’andamento classico, e un notevole gusto melodico. Prezioso, per altro, anche il suo apporto compositivo al disco con un suggestivo blues dal titolo indicativo: New Blues Idea, avvincente traccia di apertura. Capurro, dal canto suo, ottimo e dal suono inconfondibile al sax alto, perfettamente a suo agio al flauto traverso, si dimostra, ancora una volta, musicista dalla classe cristallina per duttilità, capacità tecniche e immediatezza espressiva.

 

Nove le tracce complessive, quattro i brani firmati da Carlo Milanese, tra i quali meritano una segnalazione particolare, oltre all’elegante Seven On The Bridge (quieta e avvolgente title-track), la coltraniana Potomak e la rasserenante Like Bill, che precede la finale e gradevole rivisitazione di due dei quattro standards riproposti nel cd: un’intima versione di Over The Rainbow (interpretata dal solo trio) e una gioiosa esecuzione di If I Where a Bell. Una chiusura solo apparentemente scontata, perché le due ballad sono affrontate con serietà e impegno, sia sotto il profilo interpretativo, che sotto quello strettamente musicale. Un’ulteriore autentica testimonianza d’affetto per quell’avvincente narrazione, dalla vicenda pressochè infinita, che è la storia del jazz.

 

Marco Maiocco

 

 

 

Immagine
Immagine: 
Etichetta: 
villa bombrini
Concerto
associazione jazzlighthouse
Condividi contenuti